Come imballare correttamente un pacco: la guida per l’imballaggio a prova d’urto 1 Settembre 2020 – Posted in: Consigli Utili – Tags: , ,

Quando effettuiamo una spedizione, non immaginiamo a quante sollecitazioni andrà incontro il nostro pacco durante il suo viaggio. Colpi, cadute, pressioni: se l’imballaggio che avremo realizzato non sarà super resistente, il contenuto ne pagherà le conseguenze.

Per questo motivo è estremamente importante proteggere il contenuto nel migliore dei modi. In questo modo, anche i beni più fragili saranno custoditi adeguatamente durante il trasporto e arriveranno integri a destinazione. 

Vediamo, quindi, come imballare correttamente gli oggetti da spedire. Questa guida ti aiuterà a creare un imballo che manterrà intatto e senza danni il contenuto del tuo pacco.

Come imballare un pacco


Imballaggio esterno: la scelta del pacco adatto

A prescindere dall’oggetto che dovrai spedire, sia esso estremamente fragile o meno, è molto importante utilizzare un contenitore integro e robusto

Se devi spedire oggetti poco ingombranti e che non rischiano di danneggiarsi durante il trasporto, come dei documenti o un libro, puoi optare per le buste imbottite in plastica pluriball. L’imbottitura garantirà una protezione ottimale del contenuto e l’oggetto all’interno non rischierà di sgualcirsi o rovinarsi 

Se invece il contenuto da spedire è più voluminoso o pesante, le classiche scatole di cartone sono perfette, soprattutto quelle a doppia o tripla onda. Questo tipo di cartone, infatti, è molto più robusto delle scatole a strato singolo ed eviterà la rottura accidentale del pacco.

Le dimensioni devono essere adeguate all’oggetto che contengono. Non utilizzare scatole troppo grandi. Rischi che l’oggetto si muova eccessivamente durante il trasporto e si danneggi. Cerca, quindi, un contenitore delle dimensioni perfette per il contenuto che porrai all’interno ma che lasci comunque un po’ di spazio per inserire dell’imballaggio ammortizzante.

Se l’oggetto all’interno è molto fragile, le dimensioni della scatola dovrebbero essere, invece, un po’ più abbondanti. Questo per permettere l’inserimento di maggior materiale isolante allo scopo di attutire colpi e pressioni.

È fondamentale utilizzare una confezione integra e senza fori o strappi. Se vuoi, puoi riutilizzare un cartone già usato, in questo modo aiuterai anche l’ambiente senza produrre ulteriori rifiuti. Ricorda, però, che il cartone riutilizzato perde dal 30 al 60% della sua resistenza originaria. Assicurati, quindi, che la scatola sia ancora in ottime condizioni e adeguata alla spedizione, magari provvedendo a rinforzarla ulteriormente con del nastro  adesivo.

Se sono presenti vecchie etichette, indicazioni o codici a barre di vecchie spedizioni, ricordati di rimuoverli per non confondere lo spedizioniere e causare disguidi nell’invio. La superficie dev’essere perfettamente pulita, pronta ad accogliere le nuove etichette di spedizione.

Se invece si tratta di un cartone nuovo, puoi procedere direttamente all’imbottitura della merce con materiale isolante e, infine, alla sigillatura del pacco pronto per la spedizione. 


Imballaggio interno per proteggere la merce dagli urti durante il trasporto

Scegliere un adeguato imballaggio interno è ancora più importante di quello esterno. L’imbottitura interna protegge gli oggetti da tutti gli urti, colpi e vibrazioni che affronteranno durante il trasporto. È fondamentale, quindi, scegliere il materiale migliore per l’imballo in base alla fragilità degli oggetti contenuti. 

Vediamo alcuni degli imballaggi interni più comuni e utilizzati.

Pluriball

Il pluriball è perfetto in caso di imballaggio di merce leggera e di forma irregolare, data la sua capacità di avvolgimento attorno all’oggetto da spedire. Se il contenuto è particolarmente fragile, si deve calcolare un volume di imballaggio pari a circa 2 volte la dimensione dell’oggetto all’interno. Ti consigliamo di utilizzare più strati di questo materiale. Una volta raggiunto uno strato considerevole in grado di proteggere al meglio l’oggetto, è possibile aggiungere ulteriore materiale ammortizzante nella scatola.

Come imballare un pacco

Patatine in polistirolo/ Fogli di polistirolo

Le cosiddette “patatine” in polistirolo sono perfette per riempire velocemente lo spazio avanzato e le fessure vuote nella scatola. Si compongono di un materiale leggero e resistente che assorbe in maniera ottimale gli urti e gli scossoni. Lo stesso materiale viene prodotto anche sotto forma di fogli o lastre, utili per rinforzare le superfici interne delle scatole di cartone.

Carta Kraft (o carta da imballaggio)

Estremamente economica e robusta, è la classica carta marrone da pacco. Piuttosto che  foderare la superficie esterna della scatola, può essere utile se accartocciata  e posizionata attorno all’oggetto, riempiendo così tutto lo spazio libero rimasto. Cerca di creare uno strato di almeno 5 cm in modo da ammortizzare al meglio i colpi durante il trasporto. Diversamente, è possibile utilizzare anche dei semplici fogli di carta da giornale. Essendo, però, meno resistenti, è necessario porre maggiore attenzione e aumentare lo strato protettivo.

Pellicola trasparente/film protettivo

Se devi spedire oggetti che potrebbero deteriorarsi a contatto con l’acqua o, comunque, in presenza di umidità, assicurati di avvolgere la merce con uno strato di pellicola trasparente

In questo modo, un’eventuale infiltrazione di liquidi nel pacco non danneggerà il contenuto della spedizione. L’alternativa è utilizzare dei semplici sacchetti di plastica, avendo cura di sigillarli accuratamente per rendere impermeabile l’oggetto contenuto.

Questo tipo di protezione può rivelarsi particolarmente utile anche per spedizioni nei mesi invernali, quando potrebbe esserci il rischio che durante il trasporto il pacco si bagni a causa di pioggia o neve.

Strisce di cartone a doppio e triplo strato

Se abbiamo a disposizione dei pezzi di cartone, possiamo ritagliarli e avvolgerli intorno alla merce creando un ulteriore strato protettivo tra l’oggetto e le pareti della scatola. Maggiori sono gli strati inseriti, migliore sarà l’assorbimento di urti e scossoni.

Indipendentemente dal materiale usato per imballare gli oggetti all’interno della scatola, è fondamentale che la merce rimanga sempre ben salda scuotendo il pacco. Non dev’essere lasciato nessuno spazio vuoto all’interno che possa far fluttuare l’oggetto contenuto. In questo modo, i colpi che la scatola potrebbe ricevere durante il trasporto verranno attutiti dal materiale isolante e la merce non subirà danni.


Come imballare correttamente un pacco: la sigillatura esterna e i dati della spedizione 

Una volta che avrai imballato correttamente tutti gli oggetti presenti all’interno del pacco, è il momento di sigillarlo e prepararlo per la spedizione. 

Per quanto riguarda la chiusura esterna del tuo pacco, potresti pensare che una sola striscia di nastro adesivo sia sufficiente. Non è così: è molto importante sigillare con cura e attenzione tutti i lati della scatola, comprese fessure e angoli. In questo modo, il contenuto non rischierà di fuoriuscire e si eviteranno danneggiamenti.

Come imballare un pacco

Utilizza nastro adesivo da imballaggio di ottima qualità, con una forte aderenza e robustezza. Lo spessore è importante, assicurati che sia largo almeno 5 cm per sigillare al meglio tutte le aperture.

La migliore sigillatura è quella cosiddetta ad H. Consiste nell’apporre il nastro adesivo su ogni bordo e spigolo della scatola in modo da formare, appunto, la forma della lettera H. Sigilla tutti i lati, quindi, sia inferiori che superiori.

Se il contenuto è particolarmente pesante, apponi due o tre strati di nastro adesivo. Il pacco deve risultare difficile da aprire, in questo modo verrà protetto maggiormente anche da eventuali manomissioni. Se gli oggetti contenuti all’interno della confezione sono particolarmente preziosi o di valore, si possono aggiungere anche dei punti di graffetta metallici.

Nel caso tu debba coprire la superficie della scatola, non avvolgere tutta la confezione con carta da pacco. Questa potrebbe venire strappata accidentalmente sui nastri trasportatori o durante il trasporto, staccando anche le indicazioni apposte. Meglio optare per lo scotch da pacco marrone, facendolo aderire perfettamente al cartone sottostante e ricoprendo interamente il pacco.


Documenti per la spedizione: apposizione dei dati e lettera di vettura

È il momento di riportare i dati della spedizione, scrivendoli direttamente sul pacco o allegando una lettera di vettura.

In ogni caso, assicurati di scrivere chiaramente il tuo indirizzo e quello di chi riceve la spedizione. 

Utilizza un pennarello indelebile di colore scuro, e scrivi in stampatello e a chiare lettere sul lato più ampio del pacco. Il mittente deve essere apposto in alto a sinistra, mentre l’indirizzo del destinatario in basso a destra

Per essere sicuro che in caso di problemi la tua spedizione non vada persa, inserisci anche all’interno del pacco un foglio riportante gli indirizzi di mittente e destinatario.

Lascia, inoltre, almeno un lato della scatola completamente libero per l’apposizione della lettera di vettura del corriere. Nel caso in cui ti sia richiesto di stampare e apporre tu stesso la lettera di vettura sul pacco, ricordati di inserire il foglio dentro una bustina trasparente, per renderlo impermeabile, e fissare tutti e quattro i lati con dello scotch sul pacco.

Seguendo questi consigli e imballando attentamente la merce, sarai sicuro di fare tutto il possibile per vedere recapitato il contenuto del tuo pacco sano e salvo.

Adesso il tuo pacco è pronto per essere spedito. Contattaci per scegliere la spedizione più adatta alle tue esigenze e indicaci solo il punto in cui venire a ritirarla. Ci pensiamo noi a recapitare il tuo pacco a destinazione.